<

Italia e Giappone: Design come stile di vita
2000-2001 Yokohama e Kobe, Progetto Settore Infanzia della mostra


Settore infanzia della mostra "Italia e Giappone: Design come stile di vita", la più grande mostra del design italiano mai realizzata all'estero, che propone, attraverso prodotti e allestimenti, il modo di vivere e abitare italiano al pubblico giapponese; in tre sezioni tematiche: la casa, l'infanzia, il tempo libero. Interventi e allestimenti di: Sottsass, Citterio, Castiglioni, Giovannoni, Santachiara, Meda-Rizzatto, Castelli, Mari, Prada e Gualtiero Marchesi. Il settore dell'infanzia pone il bambino come uno dei nuovi protagonisti della ricerca del Design italiano. Nuovi prodotti, nuovi modelli di scuola, nuovi spazi nella casa, in cui il bambino è protagonista autonomo e creativo. Forte è la presenza nella mostra della esperienza pedagogica dei Nidi e Scuole dell' Infanzia di Reggio Emilia, che si conferma come l'esperienza educativa e di ricerca di riferimento all'estero.

committente
Vodafone

supervisore
Kazuko Sato

supervisore in Giappone
Andrea Branzi

allestimento
Toyo Ito

coordinamento
Nicoletta Morozzi

produzione
Von Wedel

grafica
Christoph Radl

curatori settore infanzia
ZPZPARTNERS
Michele Zini con Mattia Parmiggiani e Claudia Zoboli

curatori settore casa
Dante Donegani e Giovanni Lauda

curatori settore freetime
Giulio Ceppi

promotori
Fondazione Italia in Giappone 2001, Triennale di Milano

progetto della mostra, selezione prodotti, pezzi speciali